Trataka

Eccomi di nuovo qui ad integrare qualche mio consiglio con le pratiche tecniche nominate negli articoli precedenti. La volta scorsa, ad esempio, ho parlato della pratica del trataka la quale è eccezionale per concentrarsi ed interiorizzarsi. Secondo il mio punto di vista la sua particolarità risiede anche nella possibilità di poterla personalizzare in base alle esigenze del praticante.. e per questo dovete attendere la descrizione dell’esecuzione! :o) La parola trataka significa “fissare attentamente, guardare”. La concentrazione è la chiave di lettura di questa pratica perché è importantissimo abbandonare i pensieri, le immagini, per lasciare spazio alla mente intuitiva. Secondo l’hatha Continue Reading →

Jala Neti

Antica tecnica dell’Hatha Yoga considerata  una delle sei pratiche di purificazione, shatkarman. Relativamente ai shatkarman l’Hatha Yoga Pradipika così cita: “Chi abbia un eccesso di grasso o di flemma deve prima praticare i sei atti; gli altri non li compiano poiché già possiedono l’equilibrio dei tre elementi.” (21.1) “Questi sei atti si chiamano: dhauti, vasti, neti, trâtaka, nauli e kapâlabhâti.” (22.1) Relativamente alla pratica neti sempre nell’Hatha Yoga Pradipika così cita: “Si introduca un cordoncino lungo un vitasti e ben lubrificato in una narice e lo si faccia uscire dalla bocca: questa è chiamata neti dai siddha.” (29.1) “La neti Continue Reading →