Garudasana

Garuda vuol dire aquila, da qui la ‘Posizione dell’aquila’. In questa posizione c’è necessità di mantenere l’equilibrio nella staticità. Ovviamente si possono applicare delle varianti che permettono di privilegiare gli effetti dell’asana stesso a discapito, diciamo così, della posizione originale.. ma sappiamo che può andar bene lo stesso! Quando si assume la posizione dell’aquila c’è un grande lavoro di scioglimento delle spalle, mentre alle gambe ed alle caviglie viene richiesta una grande forza e tonicità per permettere alla parte superiore di ergere. Muladhara chakra è maggiormente stimolato nell’esecuzione di garudasana per via di quanto suddetto; il mantenimento della tonicità del pavimento pelvico stimola, per Continue Reading →

La simbologia della spirale

Questo articolo conterrà tutti i concetti base reperiti per il seminario svolto il 19/03/2017, ad eccezione della lezione che è stata effettuata. L’ idea della spirale mi e’ stata suggerita dal metodo spiraldynamik applicato nello yoga, le cui informazioni sono reperibili all’indirizzo ‘http://www.yogagenova.it/yoga.php?id=spiraldynamik&rid=spiraldynamik‘. Il testo principale delle mie ricerche è stato ‘Hatha-Yoga Posizioni di rotazione’, vi accenno che è quasi irreperibile… è stata veramente una gran fatica trovarlo ma ne è valsa la pena! Il libro è strutturato in una maniera interessante, secondo me, perché i vari capitoli di cui è composto sono scritti da diversi insegnanti di yoga. In questo Continue Reading →

Il Falcone

Continuiamo con il nostro percorso in questo anno dedicato al calendario maya e che istintivamente riesco a seguire come se lo conoscessi a menadito. Il segno di questo mese, il falcone, fa riferimento a persone con una mente brillante che riescono ad apprendere con facilità. Leggendo queste caratteristiche il mio pensiero va ad ajna chakra, alle posizioni capovolte ed anche a tutte quelle pratiche utilizzate in pranayama che stimolano questa parte (kapalabhati per esempio). Ovviamente parlando di reincarnazioni mi viene da pensare anche a coloro che riescono a raggiungere il Samadhi, ma non penso che sia il caso che stiamo analizzando Continue Reading →