Adityasana

Voglio condividere con voi la lezione che ho proposto ieri alle mie classi nella quale il mio obiettivo era l’incontro con lo spazio nell’addome per portare il praticante ad una introspezione.

La posizione che ho utilizzato è adityasana, un asana di flessione in avanti che massaggia tutto l’apparato genitale e la cavità addominale. Le ginocchia flesse e poste verso l’esterno, al fine di permettere alle piante dei piedi di ravvicinarsi, stimolano un lavoro sulle anche mentre il busto è abbandonato in avanti. Le braccia aderiscono sulla parte anteriore delle gambe e tendono a rimanere sempre in apertura per tutta la durata dell’asana, mentre le mani scivolano verso i piedi o verso le caviglie; è compito dell’espiro districare tutte le tensioni createsi nel corpo al fine di vivere con comodità la cosiddetta Posizione di Aditi.

Non è necessario raggiungere con la testa i piedi per ereditare i suoi benefici, l’importante è che la consapevolezza sia incentrata nell’addome e nel movimento che il respiro assume in questa parte.

E’ possibile avvertire una sensazione di calore che sale dall’addome fino al viso mentre si sosta in chiusura, e questa è anche una delle motivazione per le quali ho scelto proprio questo asana. In tal modo le mie allieve non avrebbero patito il freddo rimanendo immobili :o)

Buona pratica carissimi :o)

lezione adityasana

Le idee di un pomeriggio d’inverno!

Lascia un commento