Mulabandha

Posizionato nella parte coccigeo-sacrale interessa tutta l’area pelvica e fissa l’immobilità delle vertebre basse lombari. Composto dalla parola mula, che vuol dire radice o base + bandha. Per via della sua allocazione l’esecuzione di mulabandha consiste nella contrazione dei muscoli del pavimento pelvico, a livello di fisiologia sottile può essere indicato come il posto dove risiede muladhara chakra. Il pavimento pelvico è posizionato nella parte inferiore del bacino ed interessa la zona che va dal pube al coccige. Le fasce muscolari interessate a questo movimento sono a forma di otto dove nella parte anteriore vengono coinvolti gli sfinteri ed i muscoli urogenitali, mentre nella parte Continue Reading →

Fluido ma intenso..

Nel mese di novembre ho avuto il piacere di partecipare ad un seminario tenuto da Stefania Redini. La particolarità di questa insegnante risiede nell’aver abbracciato il metodo Spiraldynamik, oltre ad aver seguito la strada dello Yoga Kashmiro di Eric Baret. Approfittando della disponibilità in loco ho acquistato il suo ultimo libro ‘PRANAYAMA – Dal respiro nel corpo al corpo nel respiro’. Al suo interno si possono trovare, oltre ai concetti base dello yoga (tra cui lo stesso pranayama), delle visioni più ampie e complesse che sono il frutto del vissuto della scrittrice. La modalità utilizzata per spiegare come poter vivere Continue Reading →

L’evoluzione della stagione..

Il mese di settembre per me è il mese della riflessione; la stagione tanto amata, l’estate, volge al termine e con sé porta via la luce delle giornate che sembrano non finire mai. Veniamo catapultati in una frenesia che sembra non esistere da anni, ma che abbiamo abbandonato solo qualche mese prima. Rallentare i ritmi all’inizio è impegnativo ma il benessere che ci porta è difficile da interrompere, ci accorgiamo che tutto il trambusto al quale siamo sottoposti non ci porta da nessuna parte.. se non in braccio ad una crisi di nervi. :o) Rifletto sul nuovo anno che verrà Continue Reading →